La rucola, proprietà, benefici, cure naturali

rucola

Rucola: componenti, storia, proprietà naturali e applicazione per la salute dell’uomo

La rucola, nota anche con i nomi di ruchetta o Eruca Sativa, è una pianta che appartiene al genere delle crucifere, di cui fanno parte la senape, il ramolaccio e l’agretto. Il suo sapore è piccante e gradevole; si presente con foglie frastagliate, simili a quelle del rapanello e un fusto di circa 15 centimetri eretto.
Il sapore piccante le viene conferito da un glucoside. Contiene inoltre molta vitamina C, pectine e sali minerali. Per non perdere le sue qualità è preferibile mangiarla cruda.

Il suo sapore particolare e sfizioso la rende l’erba ideale da consumarsi nelle insalate. In alcune regioni del Nord Italia la rucola si accompagna anche al vino nuovo.
rucola

La rucola contro le anemie

La rucola ha notevoli proprietà antianemiche. Diluite l’erba in un centrifugato con acqua tiepida e prendetene tre cucchiai al giorno. Questo preparato di lavorazione molto semplice è adatto anche a chi ha perso molto sangue o è debilitato da un incidente.

Rucola e proprietà digestive

La rucola è nota soprattutto come digestivo, poiché ha la capacità di stimolare la secrezione dei succhi gastrici. Per questo motivo è invece poco indicata a chi soffre di gastrite. Ma se avete mangiato pesante o faticate ad avere una digestione di qualità, l’acqua di rucola può rivelarsi un rimedio naturale ottimo. La si prepara macerando per 12 ore le foglie di rucola in una soluzione di acqua fresca, opportunamente filtrata al momento dell’assunzione.
Una zolletta di zucchero intrisa di 20 gocce di tintura di rucola è un toccasana anche per chi ha problemi di secrezione biliare.

Rucola afrodisiaca

Ebbene, la rucola è storicamente un’erba afrodisiaca. Pensate che in alcuni conventi e monasteri era proibita la sua coltivazione poiché aveva fama di indirizzare verso vizi proibiti uomini e donne che avevano fatto foto di castità. Per questo, viene usata per combattere l’impotenza maschile.

Cosmetico per capelli

Con la rucola è possibile attenuare il problema dei capelli grassi. Macerate 100 grammi di rucola e 30 di bardana in un litro d’aceto bianco per dieci giorni. Al termine, mettete il soluto in un contenitore e lasciate bollire a bagnomaria per circa un’ora. Al mattino passate la lozione fra i capelli e vi accorgerete che dopo qualche giorno dall’inizio di questa pratica la loro consistenza sarà meno grassa.

No Comments, Be The First!

Your email address will not be published.