Cannabis approvata a New York per scopi medici

cannabis

La cannabis entra a New York, ma solo per scopi medici

La cannabis era già stata approvata da una legge 2014 firmata dal governatore Andrew Cuomo M., il Compassionate Care Act, che permette ai pazienti di utilizzare la marijuana per alleviare i sintomi di specifiche patologie. Adesso la vendita della cannabis è concessa anche nello stato di New York per scopi esclusivamente medici. L’approvazione della cannabis ad uso medico arriva dopo anni di pressioni da parte degli stessi legislatori per conto dei pazienti, compresi i bambini, per i quali il farmaco è un palliativo contro alcune malattie debilitanti. Adesso è stata avviata la disposizione per l’apertura di venti dispensari in tutto lo stato.
Eppure, anche dopo l’approvazione della legge, esistono ancora alcuni sostenitori del concetto contrario. Ma il farmaco, non può essere fumata a New York, una clausola questa approvata sempre dal governatore Cuomo, e deve essere trasformato da parte delle aziende che lo coltivano, affinché possa essere assunto per altre vie. Il farmaco infatti sarà venduto sotto forma di capsule, di olio o liquidi in generale, ma non potrà essere assunto per via orale o aerea.
cannabis
“Il nostro programma garantisce la disponibilità di prodotti farmaceutici a base di marijuana per pazienti certificati e stabilisce rigorosi controlli regolamentari per proteggere la salute e la sicurezza pubblica”, ha detto in una dichiarazione Howard Zucker, Commissario per la Salute nello Stato di New York .
Dei 20 dispensari lo Stato di New York ha concesso, otto di loro, tra cui quello di Manhattan, sono già stati inaugurati giovedì, secondo quanto affermato il Dipartimento di Stato per la Salute. Gli altri sette dispensari si trovano a White Plains, a Syracuse, a Williamsville, ad Albany, a Kingston, a Amherst ed a Liverpool.

Lo Stato di New York ha incaricato cinque società, Columbia Care, Bloomfield Industries Inc., Etain LLC, Vireo Health of New York LLC and PharmaCann LLC, di aprire quattro dispensari. Ogni azienda inoltre è anche dotata di un impianto di produzione. In ciascuno dei 20 punti la cannabis potrà essere acquistata soltanto tramite rigide forme, ad esempio sarà il medico ad approvarne la prescrizione e dunque l’assunzione da parte del paziente, che sarà dotato di una sorta di ricetta per l’acquisto. Negli USA pongono molta più attenzione alla vendita di cannabis che a quella delle armi, ma adesso sembra che le cose stiano davvero cambiando.

About Giuseppe Zito
Appassionato scrittore di svariati generi, sono attivo ormai da anni su diversi siti di news

No Comments, Be The First!

Your email address will not be published.