(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-63272625-1', 'auto'); ga('send', 'pageview'); La ricerca evidenza l'importanza di associare i probiotici nelle lunghe terapie a base di antibiotici

I probiotici contro gli effetti indesiderati degli antibiotici

probiotici Immagine di proprietà del sito healthoffered.com

La ricerca evidenza l’importanza di associare i probiotici nelle lunghe terapie a base di antibiotici

La scoperta degli antibiotici, agli inizi del XX secolo, ha consentito di curare infezioni molto spesso mortali, basti pensare alle polmoniti o alle setticemie derivate da interventi chirurgici non correttamente eseguiti.
Nel tempo, l’utilizzo degli antibiotici è andato via via diffondendosi, al punto che oggi la terapia antibiotica è la prima scelta anche nella cura di mali di modesta entità.

probiotici

Immagine di proprietà del sito healthoffered.com


I danni di una sovraesposizione agli antibiotici sono in primo luogo di natura gastrointestinale. Il secondo effetto negativo – da non trascurare – è che alcuni virus e batteri sono negli anni divenuti resistenti ai comuni antibiotici e sostanzialmente non vanno più via.

Gli antibiotici inoltre nella loro azione distruttiva non fanno distinzione fra batteri buoni e batteri cattivi, devastando la fauna intestinale. Per questo motivo i medici suggeriscono di associare alla terapia antibiotica l’introduzione di probiotici, organismi “buoni” che ristabiliscono l’ordine nell’organismo.

I probiotici si rivelano molto utili nel ripristino della flora intestinale, aiutando la digestione e rafforzando il sistema immunitario.
Fra gli effetti indesiderati degli antibiotici, soprattutto ad alto dosaggio, vi sono diarrea, nausea, vomito e stitichezza. E’ stato dimostrato che i probiotici possono arginare questi problemi, facendoci risparmiare tante difficoltà.

In più, alcuni studi sull’uso di probiotici contro i batteri resistenti, hanno dimostrato che la loro assunzione riduce il contagio da parte di ceppi virali resistenti agli antibiotici, prevenendo del 70% le infezioni più ostili.