L’eucalipto, rimedi, tinture e decotti contro la bronchite

eucalipto

Eucalipto: descrizione generale

L’eucalipto oltre ad avere un nome suadente e musicale è una pianta aromatica molto utile con notevoli proprietà antisettiche e balsamiche che ne fanno uno dei rimedi più adoperati contro la tosse, il raffreddore e le malattie influenzali in generale.

Originario dell’Australia, il profumatissimo Eucalipto appartiene alla famiglia delle Mirtacee e cresce un po’ dovunque anche in Europa, allo stato selvaggio delle zone umide.
Vi fu introdotto per la ricchezza di lunghe radici avide d’acqua che la pianta presenta che promuovono il drenaggio e la fanno un arbusto gradito nelle zone che tendono al paludoso.

Componenti

L’eucalipto è uno dei più efficaci antisettici per via interna che la natura ci mette a disposizione, e ciò grazie all’olio essenziale contenuto nelle sue foglie il cui 80% è costituito da eucaliptolo, straordinario antisettico la cui eliminazione si compie prevalentemente attraverso la mucosa.

Proprietà dell’eucalipto

L’eucalipto combatte la febbre, allevia le emorragie, contribuisce a spegnere i focolai d’infiammazione dell’albero respiratorio. Il suo uso in fitoterapia è relativamente moderno, ma è molto diffuso in quanto le doti antisettiche gli sono ormai universalmente riconosciute.
L’eucalipto ha pure spiccate doti ipoglicemizzanti, cioè abbassa il tasso di zucchero eccessivo nel flusso sanguigno.
Contro raffreddori, faringiti, bronchiti nella fase iniziale se ne prende un infuso caldo alla sera e al mattino: 2 pizzichi di erba sminuzzata per una grossa tazza s’acqua già bollente, magari addolcito con il miele di montagna che ha forte qualità espettoranti.

Contro i colpi di freddo con l’eucalipto si prepara un vin brulè: mettete su fuoco un pentolino con del vino rosso, aggiungete tre cucchiai di zucchero, della cannella, due o tre chiodi di garofano e tre pizzichi di droga in polvere. Aggiungete ancora il succo di mezza arancia e la scorzetta di limone, così la bevanda sarà pronta per rimettervi in sesto.

Per eliminare il catarro e il senso di soffocamento che spesso la sua presenza nell’organismo porta con se’, fate delle serie di decotti di 10 giorni, indi sospendete per tre e ricominciate da capo. Il decotto dovrà essere una lenta decozione di un cucchiaino del composto che otterrete mescolando insieme 50 grammi di eucalipto sminuzzato, 30 grammi di alea e 30 di timo. Con lo stesso decotto si faranno inalazioni e lavaggi nasali con l’apposita pompetta.
Anche nel caso di alitosi, il fragrante eucalipto è indicato: questa volta però in tintura. Macerate per 20 giorni 10 grammi di foglie di eucalipto in 80 grammi di alcool puro e in 20 di acqua distillata. Dopo il tempo indicato filtrate, spremete il residuo e conservate il tutto in una boccettina di vetro scuro. Prendetene 3 volte al giorno 15 gocce in una bevanda calda e tenete in bocca il composto prima di ingerirlo.
Per i più più piccoli l’assunzione dell’espettorante eucalipto può essere fatta con uno sciroppo che si può preparare in due modi: o aggiungendo a 950 grammi di sciroppo semplice 50 grammi di tintura di eucalipto oppure preparando un forte decotto con un etto di droga e un litro e mezzo d’acqua. Si filtra e si aggiunge lo stesso peso in zucchero lasciando sul fuoco fino a che si sarà ridotto della metà.

Oppure ne prepareremo delle caramelle: mettete sul fuoco un pentolino con 300 grammi di zucchero, 100 di miele e 50 di eucalipto polverizzato. Quando lo zucchero sarà sciolto ne prenderemo un cucchiaino e avvolgeremo la pasta della caramella in scagliette di cocco o di mandorle tritate, gli daremo una forma rotonda con le mani e le metteremo a indurire su una carta oleata.
Un liquore di eucalipto farà bene ai bronchitici e ai soggetti che si raffreddano facilmente. Ponete in un litro di acquavite 15 grammi di eucalipto, 10 di menta e 10 di tiglio. Dopo 20 giorni filtrate e aggiungete 50 grammi di zucchero. Sbattete per bene il composto e conservatelo in una bottiglia scura. Va assunto giornalmente, a piccoli bicchierini dopo aver mangiato.

Usi cosmetici dell’eucalipto

Per pelli precocemente invecchiate e già coperte dalle macchie dell’età, l’eucalipto è un toccasana perché favorisce la formazione di cellule connettive riparatrici delle rughe ed eliminatrici delle macchie. Usate come tonico, dopo il detergente, una lozione composta di metà decotto forte di eucalipto e di metà acqua di rose.

No Comments, Be The First!

Your email address will not be published.