Ruminazione: problema psicologico

ruminazione

Cos’è la ruminazione e perché si manifesta negli umani?

Con il termine ruminazione si fa riferimento a un disturbo molto complesso ed estremamente raro. Il soggetto accusa un rigurgito dopo circa mezz’ora dal pasto ed è obbligato a masticare nuovamente il bolo per inghiottirlo di nuovo.

Cause della ruminazione nell’uomo

Questa situazione, che richiama molto il modo di mangiare dei ruminanti, è statisticamente rara e si manifesta in particolar modo nella prima infanzia. Non si sa quale sia la reale incidenza della ruminazione. Non esiste infatti una peristalsi contraria, cioè una spinta del cibo dal basso verso l’altro, come si osserva invece nel regno animale. Molto probabilmente la vera causa del problema è dunque di natura psicologica.
ruminazione
Gli esperti tendono a spiegarla con un desiderio inconsapevole di attaccare o rifiutare una persona o un oggetto materiale. La ripetuta masticazione dei cibi, quindi, sarebbe un modo di manifestare una situazione psicologica difficile e complicata per il bambino.

Che misure adottare?

Il disturbo va per prima cosa distinto dal comune rigurgito cui sono soggetti quasi tutti i bambini piccoli. Una volta riconosciuto il problema – e non sarà una diagnosi facile, vista la sua rarità – soltanto il medico potrà valutare la cura più idonea che nella maggior parte dei casi è psicologica e quindi volta, con l’aiuto di un terapeuta, alla comprensione del bambino.
Le cure prescritte serviranno per alleviare lo stress e consistono nell’utilizzo di erbe leggere per allentare la tensione che pervade la mente del piccolo. Nel caso in cui oltre al rigurgito dovesse affiorare la nausea, sarà importante valutare il sintomo con il medico.

No Comments, Be The First!

Your email address will not be published.